storia

Un po' di storia...

Ma che cos’è il cidolo?
Per scoprirlo dobbiamo fare un salto indietro nel tempo: la storia del Cidolo e molto lunga. Il cidolo a Perarolo fu costruito nel 1668. Era una sorta di chiusa artificiale, costruita interamente in legno, posta sopra il fiume Piave (un altro cidolo, più piccolo, era presente anche sul Boite), che fungeva da ponte, ma soprattutto da sbarramento che permetteva lo smistamento di tutti i tronchi, detti taje, che per secoli sono stati trasportati dalle acque impetuose dei nostri fiumi.
L’economia del territorio per lungo tempo si è basata proprio sulla ricchezza dei boschi cadorini: lo stesso Tiziano Vecellio, illustre pittore del Cinquecento, fu proprietario di una segheria proprio a Perarolo.
Il paese un tempo brulicava di commercianti di legname, di agenti di commercio, di segantini, di zattieri, tutti mestieri strettamente legati al taglio, al trasporto e alla vendita del legname. E quale sistema migliore, proprio per trasportare il legname, dell’utilizzo della corrente del fiume stesso, in discesa verso la pianura e soprattutto verso Venezia?
Se volete scoprire altro a questo proposito venite a visitare il Museo del cidolo e del legname, che ha sede in un piccolo edificio al centro del giardino di Palazzo Lazzaris! E noi saremo lieti di darvi tutte le informazioni!

cidolo
pecore